Paolo Margari, candidato M5S alla Camera

Ripartizione Estero / Europa

Paolo Margari, candidato M5S alla Camera estero - Europa

Seguimi su Facebook

Come votare

Possono votarmi tutti i cittadini italiani iscritti all’AIRE in 46 paesi europei, inclusi Russia e Turchia.

I plichi elettorali, contenenti le schede di voto e le istruzioni, sono state spedite dai Consolati Italiani a partire dal 13 febbraio 2018.

Qualora non doveste ricevere il plico elettorale entro il 18 febbraio, consultate il vostro Consolato di riferimento (trova i recapiti del tuo Consolato)

Le schede vanno fatte pervenire al consolato entro e non oltre le ore 15 del 1 marzo pena la non validità del voto.

Hai già votato?
Passaparola ai tuoi amici e parenti all’estero!
Restano ancora pochi giorni a disposizione
Share

Chi sono

Ho 38 anni, risiedo a Bruxelles ma sono di origini pugliesi. Sono uno dei candidati del MoVimento 5 Stelle alle Elezioni Politiche 2018, nella ripartizione Estero – Europa.

Sono stato scelto dagli iscritti al M5S attraverso il voto online delle Parlamentarie – è la mia prima esperienza da candidato. Ho deciso di partecipare perché, da italiano all’estero da anni – prima del Belgio, ho anche vissuto nel Regno Unito – voglio mettere la mia passione per la buona politica, la mia esperienza professionale internazionale e le mie competenze al servizio della numerosa comunità di connazionali oltre confine.

Ho conseguito una Laurea in Economia, un master in Pianificazione Regionale e Urbana e un Dottorato di Ricerca (PhD) in Geografia Economica, oltre a varie certificazioni professionali conseguite negli anni recenti (UX nn/G e Google Partner) legate alla mia attività di consulente nel settore digital marketing. Sono inoltre e-resident in Estonia, affascinato dai benefici dell’elevato grado di digitalizzazione offerto dal piccolo stato baltico – mi piacerebbe vedere, un giorno non troppo lontano, una situazione simile anche in Italia. Fra le altre cose, nella mia vita ho fatto l’arbitro di calcio e sono appassionato di fotografia (le mie foto sono su Flickr e Instagram). Maggiori informazioni su di me sono disponibili sul mio profilo professionale Linkedin.

Paolo Margari M5SNel corso della mia attività di ricerca accademica, culminata col conseguimento del dottorato, mi sono occupato fra le altre cose di sviluppo locale e partecipazione pubblica ai progetti di sviluppo del territorio, tematiche che ho a cuore e che sono riuscito ad approfondire nella mia esperienza politica nell’ambito dei MeetUp prima (sono un attivista dal 2006) e del M5S poi.

Il mio impegno è caratterizzato da serietà, passione e disponibilità che, legati alle competenze sviluppate negli anni, ritengo siano fondamentali per ascoltare, interpretare e rappresentare al meglio la vasta e varia comunità italiana in Europa.

Scopri il programma nazionale e per gli italiani all’estero del MoVimento 5 Stelle o alcuni video di miei interventi nel corso dell’intensa campagna elettorale.

Con gli attivisti del MeetUp di Londra

Paolo Margari col Prof. Riccardo Petrella a Bruxelles (2018), leader delle campagne per l’acqua pubblica e a salvaguardia dei beni comuni.

Paolo Margari col Prof Petrella a Bruxelles (2018)
Partecipa Scegli Cambia

Chi sono i candidati del MoVimento 5 Stelle all’estero

Sono in lista con altri ottimi candidati, tutti selezionati attraverso le Parlamentarie online sulla piattaforma Rousseau. Chiunque sarà eletto, sono certo che rappresenterà al meglio il programma elettorale del M5S e gli elettori italiani all’estero nella prossima legislatura.

Alla Camera: Ferruccio Cittadini, Marco Romano, Elisa Siragusa, Elena Ghizzo, Nicola Bacciu, Federico Amadei, Domenico Ciancone, Paolo Margari, Daniel Guariglia.

Al Senato: Marcello Pilato, Gabriella Creti, Caterina Natalia Geraci Schaer, Daria Costeniero.

A tal proposito ricordo che su entrambe le schede è possibile esprimere sino a due preferenze.

Quali sono i Paesi della ripartizione Europa?

Votazioni Estero EuropaIl voto estero è anomalo rispetto a quello nazionale. Si basa su un sistema proporzionale che non è stato toccato dalla nuova (pessima) legge elettorale, c.d. “Rosatellum”. Per via della sua estrema imprevedibilità, i sondaggi elettorali sul voto estero sono inattendibili. Il corpo elettorale è suddiviso in 4 ripartizioni. La ripartizione Europa è molto vasta, comprendendo ben 46 Paesi per un totale di oltre 2 milioni di elettori iscritti all’AIRE. Quasi il 90% di elettori tuttavia si concentra in appena sei Paesi con una importantissima presenza italiana. In particolare due di questi, Svizzera e Germania, rappresentano da soli oltre il 50% degli elettori.

Ecco la lista completa:

Albania, Andorra, Austria, Belgio, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Russia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Kosovo, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldova, Monaco, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Macedonia, Serbia, Repubblica Ceca, Romania, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Vaticano, Svezia, Svizzera e Turchia.