leader

PostPlex

Ci sarebbe da chiedergli: perché lo fai?

E lì resterebbe muto, consapevole di essere stato colpito al cuore. O se ancora inconsapevole, scosso dalla comprensione.
Asteroide ricoperto di camaleontici surrogati di insicurezze, orgoglioso di mostrare le proprie debolezze che in realtà erano lì a dissuadere i curiosi da un suo sistema fragile di consenso, alieno alle vicende più grandi, pronte a risucchiare il tutto in un rutto cosmico.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento