Remove news sources with paywall

Come nascondere fonti con paywall da Google News

Il paywall (letteralmente muro costituito dal pagamento) è uno strumento che limita l’accesso agli utenti che hanno pagato per iscriversi a un sito web.

Negli ultimi anni è cresciuto tra alcune fonti di notizie nonostante un massiccio uso di pubblicità e una raccolta di cookies che possono già coprire i costi.

An annoying news paywall

Un fastidioso paywall, in questo caso del Corriere della Sera, probabilmente il più noto dei quotidiani italiani.

 

Gli utenti della rete sono liberi di pagare per informazioni di buona qualità, ma dovrebbero anche essere in grado di scegliere fonti di informazione gratuite, che non per questo sono necessariamente meno attendibili o dettagliate di quelle a pagamento.

Inoltre, non è possibile pagare per tutte le fonti a pagamento e fare una scansione della qualità delle loro notizie – questione di tempo e costi. Va anche ribadito come numerose fonti di informazione, anche con paywall, non facciano giornalismo imparziale ma siano piuttosto di parte. I loro articoli sono prevalentemente propaganda politica e da marchette (i cosiddetti advertorials, ossia product placement e performance marketing mascherato da recensioni o comparazioni di prodotti). Perché pagare per leggere della pubblicità mascherata da giornalismo, oltre a quella ufficiale già presente?

Se desideri filtrare solo le fonti gratuite sul tuo Google News, l’aggregatore di notizie più popolare al mondo, esiste un modo semplice come mostrato negli screenshots in basso:

Remove news sources with paywall

Select “Other”

Remove news sources with paywall

Nascondi notizie da una fonte particolare

 

Allo stesso modo, nella personalizzazione offerta dalla piattaforma di notizie di Google, è opportuno anche escludere fonti di scarsa qualità che non creano informazione ma riproducono, riscrivendo malamente, quanto già esistente solo per generare volumi di traffico a loro vantaggio. In tal modo si può avere una selezione di fonti gratuite, attendibili e autorevoli che meritano di essere visualizzate.

e-learning

Wireless.Education: apprendi qualsiasi cosa, ovunque

La tecnologia ha aumentato le possibilità di apprendere molti argomenti da qualsiasi luogo. 

I MOOC (Massive Open Online Courses) rappresentano lo studio di massa, in cui università prestigiose offrono a chiunque l’opportunità di accedere a corsi di formazione di elevata qualità gratuitamente o mediante il pagamento di una piccola tariffa, spesso offrendo anche un esame finale di certificazione delle competenze acquisite.

Wireless.Education è un sito che elenca i più popolari strumenti per apprendere qualsiasi cosa, ovunque, in qualsiasi momento, dalle lingue straniere alla preparazione di test ed esami (come IELTS, TOEFL, GMAT, GRE) oltre alle competenze più richieste dal mercato del lavoro di oggi e alle tecniche di studio necessarie per eccellere (lettura veloce, imparare come imparare, ecc.)

Wireless-Education